Wilde pornografo

Uscito a Londra in forma mutila e anonima nel 1893, il bel romanzo pornografico Teleny dovette attendere l’edizione francese del 1976 per essere pubblicato integralmente. 
Da noi fu tradotto per intero solo nel 1980.

La storia narrata è quella d’amore tra il musicista René Teleny e il ricco Camille De Grieux. Un amore travolgente quello che unisce i due bellissimi giovanotti e li consuma con rapporti sessuali prolungati e dai ripetuti orgasmi che, spesso, li sfiniscono fino allo svenimento.
Un amore destinato a una tragica fine per l’infedeltà del bisessuale e navigato Teleny.

Ma al di là della relazione tra i due protagonisti al centro della narrazione, descritta dettagliatamente da Camille non solo dal punto di vista sessuale, ma anche da quello dei sentimenti e delle angosce che un’unione omosessuale poteva generare negli omosessuali inglesi di fine ottocento (che, si ricorda, rischiavano la galera), il romanzo ha valore anche per il suo essere un testimone, tutto sommato, fedele della vita notturna londinese.
Nonostante, infatti, la storia si finga ambientata a Parigi, ciò che, molto probabilmente, nel romanzo si descrive è la vita (e i divertimenti) degli omosessuali di Londra. I loro incontri promiscui e frettolosi nei parchi e negli orinatoi pubblici; le loro feste orgiastiche tra le mura protette di qualche dimora aristocratica. 

Un romanzo, Teleny, che alterna pagine di intenso lirismo a pagine esplicitamente pornografiche (e, si suppone, liberatorie) e che viene attribuito, quasi certamente non a torto, alla penna di Oscar Wilde e a quella di qualche suo giovane collaboratore.
Un Oscar Wilde pornografo, dunque, e, in qualche modo, "cronista" della vita notturna e segreta (sia eterosessuale, sia omosessuale) di una larga fetta della società vittoriana.
Un romanzo di cui si consiglia la lettura.

Teleny è disponibile su Amazon.it