Ricorda per sempre il 17 maggio


Oggi è la Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia anche nota come IDAHOBIT (acronimo di International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia).

A partire dal 2004, la ricorrenza celebra il giorno (17 maggio 1990) in cui l’Organizzazione mondiale della sanità ha rimosso l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali dell’International Classification of Diseases.

Sono passati 27 anni da quel 1990, eppure in tutto il mondo ci sono ancora organizzazioni di varia natura che perseguitano e si accaniscono contro le persone GLBT (Gay, Lesbiche, Bisessuali e Transgender) con esorcismi; terapie riparative; violenze psicologiche e fisiche d’ogni sorta che prevedono perfino reclusioni in campi di correzione o esecuzioni capitali (sommarie o di Stato).

Ecco perché è importante, anzi fondamentale, ricordare ogni anno quel 17 maggio 1990.
Ecco perché è necessario che tutti (eterosessuali compresi) facciano sentire la propria voce (anche con i Pride) e combattano ogni giorno contro ogni forma di omofobia, bifobia e transfobia.

Ricorda per sempre il 17 maggio perché, come ha affermato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 17 maggio 2016, «È inaccettabile che l’orientamento sessuale delle persone costituisca il pretesto per offese e aggressioni.» che causano danni anche gravi o irreparabili in chi le subisce.