L'editoria periodica LGBT in mostra a Milano


Grazie al collezionista Luca Locati Luciani che ha prestato i materiali e ne ha curato l'allestimento (con la consulenza di Giovanni Dall'Orto), alla Biblioteca Sormani di Milano, fino al 16 settembre 2017, è possibile visitare gratuitamente la mostra QueerOdicals. Editoria periodica LGBT dal 1870 a oggi nella collezione di Luca Locati Luciani.

Si tratta di un'esposizione di grande interesse storico in quanto rende plasticamente evidente il fatto che i periodici rivolti a un pubblico di lettori gay, lesbo, bisex e transgender abbiano progressivamente favorito la nascita di una comunità di persone GLBT consapevoli dei propri diritti e politicamente attive nella rivendicazione degli stessi.
Periodici che, in era pre-Web, sono stati per lungo tempo l'unico mezzo di informazione per persone spesso isolate ed emarginate dal resto della società e, per troppi anni, considerate addirittura malate di mente.

L'esposizione prende in considerazione sia l'editoria internazionale, sia quella italiana, mostrando nelle bacheche gli originali (spesso introvabili) delle riviste edite fino al 1970 e in pannelli le riproduzioni delle copertine dei periodici editi dal 1970 ad oggi (compreso il numero de Il Simposio dedicato alla memoria di Alessandro Rizzo, collaboratore di questo sito fino al giorno della sua prematura scomparsa).
Si possono, così, vedere le copertine di storiche riviste come, ad esempio, "Die Insel"; "The Ladder"; "Der Eigene"; "Inversions"; "Physique Pictorial"; "Fuori!"; "Lambda"; "Babilonia" e "Pride".


La mostra è stata inaugurata ieri sera con un convegno dedicato al mondo del collezionismo e dell'informazione GLBT a cui hanno preso parte, tra gli altri, Luca Locati Luciani; Giovanni Dall'Orto; Franco Grillini; Felix Cossolo e Sara De Giovanni, responsabile del centro di documentazione del Cassero di Bologna che ha, tra l'altro, reso nota la donazione che Luca Locati Luciani ha fatto al Cassero al fine di costituire un fondo intitolato alla memoria di Alessandro Rizzo. 

Una mostra, quella in Sormani, da non mancare.

Franco Grillini e Luca Locati Luciani