Uscire dalla Chiesa Cattolica

Ieri sera presso la libreria Caffè letterario di Bergamo Raffaele Carcano – segretario dell’UAAR – ha presentato il libro che ha scritto assieme ad Adele Orioli: Uscire dal gregge, pubblicato da Luca Sossella Editore.
Si è trattato di una serata molto interessante durante la quale si è parlato del “delitto di apostasia” (così la Chiesa Cattolica definisce lo “sbattezzo”), ovvero della possibilità di lasciare la Chiesa Cattolica. 
Carcano, a questo proposito ha sottolineato come l’ingresso (tramite il “pedo-battesimo”) nella Chiesa Cattolica sia obbligato, mentre l’uscita dalla medesima sia vietato (e il farlo è definito “delitto”). Ciò, tra l’altro, ha continuato Carcano, è in palese contrasto con la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e ha aggiunto che lo stesso “pedo-battesimo” sarebbe, per la legge italiana, incostituzionale. 
In seguito alle battaglie dell’UAAR, però, la possibilità di sbattezzarsi è diventata una procedura semplice (ossia basta una raccomandata), seppure la Chiesa Cattolica faccia di tutto per convincere il richiedente a tornare sui propri passi.
Nel suo intervento Carcano ha sottolineato come nei Paesi nei quali alto è il numero dei non credenti ci sia maggiore rispetto per le diversità altrui e ci sia anche un più alto indice di sviluppo.