Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

La pazzia di re Ludwig

Stampato ad Amsterdam nel 1937, la Finestra con le sbarre di Klaus Mann (1906 - 1949) racconta (in forma romanzata) gli ultimi due giorni di vita di Ludwig II di Baviera. Il sovrano, in preda alla follia, tenta di mettere ordine nella sua mente nel tentativo disperato di capire come sia stato possibile che i medici abbiano potuto dichiararlo pazzo, detronizzarlo e rinchiuderlo in una stanza di uno dei suoi castelli. Stanza alla quale sono state messe delle sbarre alle finestre... Nel ricordare caotico e frammentario, il sovrano passa dall'identificarsi con il Re Sole, al credersi il Lohengrin protagonista di una delle opere del suo amato Wagner. Wagner di cui è stato munifico mecenate e "discepolo" e che, soprattutto, ha amato profondamente. Un amore che il sovrano, nel ricordo, non confina nella sfera puramente spirituale, ma definisce con tali parole: "Come la femmina ama il maschio, così amai Wagner". Una dedizione, quella di Ludwig …

Diversità non è differenza

Marcare una differenza è segnare un confine netto: significa chiamarsi fuori.
Riconoscere una diversità vuol dire ammettere che la “normalità” è variegata.

La realtà è complessa e il bianco e il nero (che non sono colori) non sono in grado di definire o anche solo descrivere la complessità del reale. Amo l’arcobaleno: è unico ma ha dentro di sé lo spettro dei colori.

La nostra unicità non dovrebbe portare alla differenza, ma alla uguaglianza, perché se è vero che siamo tutti diversi (ma diversi da chi? si interrogava un umorista), proprio tale diversità fa sì che siamo tutti uguali (per una semplice conseguenza logica): uguali nella diversità, uguali proprio perché diversi. In altre parole: si nasce diversi, ma si diventa differenti, per volontà altrui o propria. Buon 17 maggio: Giornata mondiale contro l’omofobia, la transfobia la bifobia.

Perché le cose cambino davvero

Pur essendo tra coloro che plaudono per lo sbarco in Italia del fortunato It Gests Better Projet con il nome Le Cose Cambiano, non posso esimermi dal condividere qualche riflessione. Le Cose Cambiano si prefigge, tramite il racconto di esperienze vissute, di far comprendere a quegli adolescenti che si trovano a vivere situazioni di disagio a causa del loro orientamento sessuale che, con il passare del tempo, le cose cambiano. Cambiano, ovvero, secondo i promotori del progetto, migliorano. Nella pagina dedicata alla presentazione del progetto, si legge: Le cose cambiano è una piattaforma dedicata ai ragazzi che si stanno confrontando con il proprio orientamento sessuale, che non si sentono compresi e accettati, che hanno subito episodi di bullismo omofobico o che vengono discriminati per quello che sono. Siamo convinti che lo strumento più potente di comprensione ed educazione, nonché il migliore antidoto contro l’isolamento, sia la narrazione; che le stori…

Storie gay

Saverio Tommasi intervista 5 ragazzi gay di Firenze e si fa spiegare da loro che significa essere omosessuali (in Italia).

Le parole del porno

Quasi sempre i filmini porno online hanno titoli e definizioni in inglese. Ecco un elenco di alcune parole assai comuni nei siti pornogay con traduzione e, quando serve, spiegazione della pratica. Dall’elenco sono state escluse pratiche troppo “specifiche” e, ovviamente, le parole del lessico quotidiano che non si riferiscono a una pratica sessuale. L’elenco può essere arricchito e corretto dai vostri suggerimenti. Attenzione: se prosegui la lettura, sappi che ti troverai a leggere parole assai esplicite.