Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

Come puoi dire no a Dio?

Il caso Spotlight, film del 2015 di Tom McCarthy, racconta l’inchiesta giornalistica del “The Boston Globe” che, nel 2001-2002, portò alla luce centinaia di casi di pedofilia avvenuti all'interno dell’arcidiocesi di Boston guidata dal cardinale della Chiesa cattolica Bernard Francis Law accusato dal quotidiano di avere insabbiato i reati di cui era a conoscenza.
Il film, benissimo interpretato da (tra gli altri) Mark Ruffalo, Michael Keaton e Rachel McAdams, mette in luce come i reati di pedofilia all'interno della Chiesa cattolica non fossero affatto dei casi isolati e che vi fosse un sistema messo a punto dai vertici della Chiesa per fare in modo che i preti pedofili potessero sfuggire alla giustizia.

Omofobi immondizia del pensiero

Mi è stato chiesto più volte la ragione per la quale non commento, rispondo, condivido sui social le esternazioni dei vari omo-transfobici. La risposta è molto semplice: da anni ho deciso di non dedicare loro neppure un minuto del mio tempo. Quindi non leggo/ascolto quello che dicono e, di conseguenza, non rispondo, commento, condivido sui social...
Sono, infatti, convinto che perdere il proprio tempo a leggere/ascoltare quanto blaterato da tali personaggi equivalga a passarlo guardando l’immondizia.  Sì: le loro “idee”, a mio avviso, non sono altro che l’immondizia del pensiero e mi meraviglio sempre del fatto che molte persone GLBT perdano il loro tempo a rispondere e ribattere loro e, ciò facendo, ne aumentano la visibilità.

Non ho alcun problema, invece, a favorire la visibilità di quanti si spendono a favore delle persone GLBT o delle stesse persone GLBT protagoniste di fatti positivi e idee che condivido.

Tra video artistici e porno di qualità | Intervista ad Andrea Borgomaneri

Dopo aver visto lo scioccante corto L’AMORtE, vincitore dell’edizione 2016 del concorso “50 ore Torino Plus”, abbiamo intervistato uno degli autori, nonché attore protagonista: il 27enne Andrea Borgomaneri.
- Che studi hai fatto? La mia formazione è un po’ varia: ho studiato Comunicazione, Media e Pubblicità durante la Laurea Triennale; mentre durante la Specialistica ho studiato Televisione, Cinema e New Media; poi ho fatto dei corsi di recitazione teatrale e ho fatto l’attore di teatro e, infine, ho fatto un corso di Regia e Sceneggiatura Hard presso l’Hard Academy di Rocco Siffredi a Budapest.
- Il vostro gruppo da quante persone è composto? Il nostro gruppo è composto da 7 persone.