Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2013

Chi è il bicurioso. Ovvero della sperimentazione

Chi frequenta siti di incontri online, negli ultimi tempi ha visto un moltiplicarsi di profili di persone che si dichiarano bicuriose. 
Ma chi è il bicurioso? Bicurioso è sia chi vuole provare esperienze sessuali con persone dello  stesso sesso, sia chi le vuole provare con persone di sesso differente, pur non percependosi come bisessuale. Ovvero è bicurioso sia l’eterosessuale che vuol provare un’esperienza omosessuale, sia l’omosessuale che vuol provare un’esperienza eterosessuale. Lo si specifica perché, in una società “etero-orientata”, si rischia di pensare sempre che chi si definisce bicurioso sia sostanzialmente eterosessuale e, invece, molti, moltissimi uomini omosessuali sono curiosi di fare un’esperienza sessuale con una donna, per vedere l’effetto che fa. Penso sia naturale essere curiosi, o, meglio, in questo caso, bicuriosi, in quanto solo un’esperienza diretta può davvero far capire a una persona se una certa pratica fa per lui…

Il risveglio di Enzo: da etero a gay

Ho incrociato Enzo su un social network: aveva lasciato dei commenti a un mio post che mi hanno indotto a chiedergli se potevo fargli un’intervista. Ha accettato. Mi fai una tua breve presentazione? Mi chiamo Enzo sono nato nel 1981 in provincia di Siracusa. Mi sono trasferito al Nord all'età di quasi sei anni per via del lavoro che giù scarseggiava e mio padre ne ha dovuto trovare uno al Nord. Sono il primo di tre fratelli o meglio l'unico maschio, perché ho due sorelle una di 28 e una di 15 anni. Quando hai scoperto di essere omosessuale? Diciamo che fondamentalmente l’ho sempre saputo: fin da bambino all'asilo, ero molto precoce ed ero attratto dai maschietti e non dalle femminucce. Diciamo che la consapevolezza l’ho avuta intorno ai 4-5 anni. A volte imitavo mia madre o le mie zie o facevo finta di essere una signora con figli. Come lo hai capito? L'ho capito perché, al contrario dei miei amichetti, mi piacevano i maschietti …

I bisex che non lo dicono fanno male

Alcuni sostengono che i bisessuali non esistono, specie se sono maschi: essi sarebbero solo persone indecise che non hanno il coraggio di diventare definitivamente omosessuali. 
Una spiegazione che non mi convince per nulla: non penso, infatti, si possa scegliere né di essere eterosessuale, né di essere omosessuali e neppure di essere bisessuali. Lo si è e basta (leggi Omosessuali si nasce, gay si diventa). 
I bisessuali (dopo essersi accettati come tali) possono, invece, scegliere (come i gay) se dichiararsi, oppure nascondere una parte di sé. Ovvero, possono scegliere di essere sinceri con chi sta loro accanto, oppure no. 
Altri dicono che tutti gli esseri umani sono bisessuali, pur non essendone consapevoli, e aggiungono che coloro che sono o eterosessuali oppure omosessuali in realtà soffocano un lato della loro sessualità. 
Ritengo sia possibile che vi sia una bisessualità più o meno marcata in ogni essere umano; così come ritengo evidente che chiunque possa scegliere di passare una…