Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

Amore e sesso libero

Il manuale La zoccola etica di Dossie Easton e Janet Hardy edito in Italia da Odoya è considerato la bibbia del poliamore
Si tratta di un manuale diviso in due parti distinte: la prima nella quale si spiega in cosa consista il poliamore e la seconda nella quale si danno utili suggerimenti per diventare un poliamorista (da come controllare e superare la gelosia a come si partecipa a un’orgia). Premettono le due autrici che non esiste una definizione univoca di poliamore: per alcuni, infatti, si può parlare di poliamore quando più persone sono coinvolte contemporaneamente in una relazione amorosa e sessuale fissa. Altri, invece, parlano genericamente di poliamore per indicare forme di relazioni diverse dalla monogamia convenzionale. Ad ogni modo, il poliamore è uno stile di vita che si distanzia da tutte quelle false credenze che vorrebbero imporre la monogamia come unica forma di vero amore. 
Le autrici dichiarano, tra l’altro, di non essere contro coloro che consapevolmente e senza cost…

Il Simposio. Oltre l'arcobaleno

Da oggi è disponibile il volume Il Simposio. Oltre l'arcobaleno curato dal sottoscritto e che presenta lavori di Enrico Proserpio, Alessandro Rizzo, Nathan Bonnì, Monica Romano, Enrico Fava, Emanuele Macca, Denise Valentina Farinato, Leonardo Meda.
Il volume contiene un mio saggio sulle relazioni omosessuali di Catullo così come si possono ricostruire dalle sue poesie.

Il sesso ricreativo

Chi è inibito (perché ne è vittima) dai moralismi di natura religiosa non contempla l’uso ricreativo del sesso; e, se gli capita di fare sesso per divertimento, spesso diventa preda dei rimorsi di coscienza.
Lungi dall’avere solo un scopo riproduttivo, il sesso ne ha anche uno ricreativo: infatti, non siamo animali poco evoluti, ma uomini e donne con una spiccata propensione allo svago e alla fantasia e il sesso dovrebbe dare piacere, svagare e anche contemplare la realizzazione di ciò che fantastichiamo (nei limiti consentiti dalla legge e nel rispetto dell’altro). Fare sesso è (e dovrebbe sempre essere) divertente e negarsi tale piacere è inutile oltre che auto-punitivo.
Va, poi, ricordato che il lato ricreativo del sesso può anche essere scisso da quello identitario legato all’orientamento sessuale: ovvero, ci si può divertire facendo “certe cose”, senza per questo definirsi in un certo modo. In altre parole, si può scegliere liberamente di non consentire a delle pratiche sessuali di …

Un caso di ordinaria omofobia

Il caso di Eddy Bellegueule di Édouard Louis, edito in Italia da Bompiani, è un romanzo, ma potrebbe essere un memoriale. Ambientato agli inizi degli anni Duemila in un paesino povero e degradato della Francia del Nord (in Piccardia, per la precisione), il romanzo narra l’infanzia di Eddy, piccolo omosessuale effeminato, vittima dell’omofobia. Il paesino in cui Eddy vive, è impregnato di maschilismo, razzismo e omofobia.  Un paesino nel quale i cittadini sono convinti che essere “maschi” voglia dire essere violenti; lasciare la scuola e andare a lavorare in fabbrica; fare il duro e odiare “negri”, arabi e “froci”. Lo stesso paesino nel quale essere “femmine” vuol dire fare figli; accudire e governare mariti, figli e vecchi; fare la cassiera ed essere custodi della memoria familiare che si trasmette tramite il racconto di “fatti memorabili”. Una società, dunque, dove rigida è la divisione di ruoli per genere. Una società dove Eddy, diverso sia perché è effeminato, sia perché è omosessuale e…