Post

Dal sogno erotico alla realtà tragica

The Dreamers di Gilbert Adair edito da Rizzoli nel 2003 è davvero un gran bel romanzo, sapientemente tradotto in film da Bernardo Bertolucci (con la sceneggiatura dello stesso Adair).
Bertolucci termina il racconto con la discesa in piazza dei tre protagonisti per partecipare ai moti parigini del maggio 68.  Lo scrittore, nel suo romanzo, descrive, invece, quelle rivolte e le loro tragiche conseguenze per i tre ragazzi. E lo fa in modo tanto dettagliato da far prendere alla narrazione l’aspetto di un reportage giornalistico.
Va detto che la scrittura di Adair è piena di dettagli anche nella prima parte del romanzo, ma quei dettagli, colmi come sono di richiami cinematografici, servono, paradossalmente, a creare un clima onirico e ipnotico; mentre, si ripete, i dettagli profusi nel testo dalla discesa in strada dei tre ragazzi in poi hanno l’odore della cronaca. Con l’abbandono dello spazio protetto creato nell'appartamento dei due gemelli incestuosi, i tre sognatori del titolo si scont…

Come scoprire se il tuo ragazzo è (gay) bisex

Maschio Alfa. I corpi non mentono di Danilo Ruocco

Tutto ciò che devi sapere sul mondo LGBT+

Lo sguardo delicato di Chiron

Nulla è per sempre | Post per i curiosi

Il sesso e l'amore contro la morte

Gli adolescenti amati da Lord Byron

Mr. Ripley, un omosessuale represso

La difficoltà di dirsi gay

Mentire a se stessi

Lesbica per punti

Scivolare verso la follia