Passa ai contenuti principali

Wilde pornografo

Uscito a Londra in forma mutila e anonima nel 1893, il bel romanzo pornografico Teleny dovette attendere l’edizione francese del 1976 per essere pubblicato integralmente. 
Da noi fu tradotto per intero solo nel 1980.

La storia narrata è quella d’amore tra il musicista René Teleny e il ricco Camille De Grieux. Un amore travolgente quello che unisce i due bellissimi giovanotti e li consuma con rapporti sessuali prolungati e dai ripetuti orgasmi che, spesso, li sfiniscono fino allo svenimento.
Un amore destinato a una tragica fine per l’infedeltà del bisessuale e navigato Teleny.

Ma al di là della relazione tra i due protagonisti al centro della narrazione, descritta dettagliatamente da Camille non solo dal punto di vista sessuale, ma anche da quello dei sentimenti e delle angosce che un’unione omosessuale poteva generare negli omosessuali inglesi di fine ottocento (che, si ricorda, rischiavano la galera), il romanzo ha valore anche per il suo essere un testimone, tutto sommato, fedele della vita notturna londinese.
Nonostante, infatti, la storia si finga ambientata a Parigi, ciò che, molto probabilmente, nel romanzo si descrive è la vita (e i divertimenti) degli omosessuali di Londra. I loro incontri promiscui e frettolosi nei parchi e negli orinatoi pubblici; le loro feste orgiastiche tra le mura protette di qualche dimora aristocratica. 

Un romanzo, Teleny, che alterna pagine di intenso lirismo a pagine esplicitamente pornografiche (e, si suppone, liberatorie) e che viene attribuito, quasi certamente non a torto, alla penna di Oscar Wilde e a quella di qualche suo giovane collaboratore.
Un Oscar Wilde pornografo, dunque, e, in qualche modo, "cronista" della vita notturna e segreta (sia eterosessuale, sia omosessuale) di una larga fetta della società vittoriana.
Un romanzo di cui si consiglia la lettura.

Teleny è disponibile su Amazon.it

Commenti

  1. ilGrandeColibri19 gennaio 2014 11:57

    Il libro è disponibile anche presso dei distributori più presentabili di Amazon :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più letti

La vignetta omofoba di Vauro

Vauro ha chiuso la puntata di giovedì scorso di “Servizio pubblico” mostrando una vignetta sulla polemica relativa all’outing postumo di Lucio Dalla. Premesso che di outing si tratta, in quanto Dalla, da vivo, non ha mai dichiarato la propria omosessualità e premesso che l’outing plateale arriva da colui che tutti indicano come il suo ultimo compagno, ovvero quel Marco Alemanno che in chiesa, durante i funerali, ne ha pianto disperatamente la morte, continuare a insistere che la privacy di Dalla vada rispettata anche dopo la sua morte è e resta omofobia. L’outing c’è stato e mi pare davvero fuori luogo, ora, tentare di sorvolare dichiarando che il fatto che fosse un omosessuale è ininfluente, un dettaglio insignificante. Non è indifferente. Dalla era omosessuale e, molto probabilmente, vittima della sua omofobia interiorizzata che gli ha impedito, per tutta la vita, di dichiarare al mondo la sua omosessualità. Di dire: “Io amo e amo un uomo”. Ora, fare come Vauro e pubblicare una vignett…

R.I.P. ALESSANDRO RIZZO

Mi tocca dare la tristissima notizia della morte di Alessandro Rizzo, amico e collaboratore di questo blog e de Il Simposio di cui è stato uno dei fondatori ed entusiasti animatori. Alessandro è scomparso improvvisamente domenica scorsa, ma io l'ho saputo solo poco fa. Proprio domenica mi aveva inviato dei suoi articoli per la pubblicazione. Aggiungo solo che Alessandro mancherà a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di poter fare progetti con lui. Era una persona davvero disponibile e un attivista per i diritti GLBT sempre attento e partecipe. Alessandro era nato il 7 novembre 1977. R.I.P. Alessandro.

Le parole del porno

Quasi sempre i filmini porno online hanno titoli e definizioni in inglese. Ecco un elenco di alcune parole assai comuni nei siti pornogay con traduzione e, quando serve, spiegazione della pratica. Dall’elenco sono state escluse pratiche troppo “specifiche” e, ovviamente, le parole del lessico quotidiano che non si riferiscono a una pratica sessuale. L’elenco può essere arricchito e corretto dai vostri suggerimenti. Attenzione: se prosegui la lettura, sappi che ti troverai a leggere parole assai esplicite.