Passa ai contenuti principali

I normativi

I normativi sono coloro che credono che uno stereotipo abbia valore di legge e vi si adeguano senza battere ciglio.
Meglio ancora: i normativi non riconoscono lo stereotipo.
Il normativo, infatti, scambia la sovrastruttura per natura.
Ecco, allora, che il normativo si comporta secondo certi canoni ed è convinto che essi siano parte dei meccanismi che regolano l’Universo.
I normativi, inoltre, sono strettamente binari: quello che si addice al maschio non si addice alla femmina e viceversa.
I normativi, infine, sono manichei: o è bianco o è nero. I grigi sono per i senza palle.

Seguono alcuni esempi di normatività per i nati maschi.
  • L’azzurro è maschile. Il rosa femminile.
  • In auto guida il maschio e la femmina sta seduta al fianco.
  • L’unico quotidiano che si legge è quello sportivo (anche se è rosa).
  • Le donne sono tutte troie, tranne la mamma che è santa.
  • Non si dà una mano in casa, perché i lavori domestici son cose da femmine.
  • Gli uomini hanno il pizzetto e i capelli corti (se non sono calvi) e le donne i capelli lunghi e le gambe depilate.
  • Non si saluta mai per primi, perché essere cortesi è da checche.
  • Nei bagni pubblici non si tira l’acqua dopo aver urinato, perché farlo è da checche.
  • Un vero uomo non balla mai.
  • Il culo serve solo per cacare.
  • Se lo si è preso nel culo era solo perché si era ubriachi fradici...

Commenti

Post più letti durante la settimana

Le parole del porno

Quasi sempre i filmini porno online hanno titoli e definizioni in inglese. Ecco un elenco di alcune parole assai comuni nei siti pornogay con traduzione e, quando serve, spiegazione della pratica. Dall’elenco sono state escluse pratiche troppo “specifiche” e, ovviamente, le parole del lessico quotidiano che non si riferiscono a una pratica sessuale. L’elenco può essere arricchito e corretto dai vostri suggerimenti. Attenzione: se prosegui la lettura, sappi che ti troverai a leggere parole assai esplicite.

Perché i pornoattori lo hanno grosso?

Sia nei film pornografici rivolti a un pubblico eterosessuale, sia in quelli per un pubblico gay, in genere, il maschio che penetraè dotato di unpene più grande della media. Le inquadrature ne esaltano la grandezza e l’attrice o l’attore che lo riceve, di solito, ne valorizza le misure o con espressioni di stupore o con altre di gradimento. Al contrario, un membro virile normale o più piccolo rispetto alla media nei video porno è trattato con sufficienza, quando non addirittura sbeffeggiato.
L’esaltazione cinematografica del membro virile anche nella pornografia rivolta a un pubblico maschile eterosessuale fa nascere alcune domande. Ad esempio, ci si interroga sul motivo per il quale un maschio eterosessuale senta l’esigenza, durante la visione di una pellicola che ne stimola l’eccitazione sessuale, di vedere ripetutamente e da varie angolazioni il membro di un altro uomo. Molti psicologi e sessuologi spiegano che, nella visione della pornografia, interviene un meccanismo di identificazion…

Kimera | Donna Dominante

Nella video-intervista Kimera racconta a Danilo Ruocco la sua esperienza di donna dominante che, in un decennio, l'ha vista attiva sulla scena BDSM soprattutto come mistress di uomini sottomessi, ma anche di donne sottomesse.