Passa ai contenuti principali

Gli amanti degli uomini sposati

Chi ha anche solo una parziale frequentazione delle app di dating sa che sono popolate da tanti uomini sposati con donne in cerca di sesso con altri uomini.
Costoro, spesso, si incrociano con uomini dichiaratamente in cerca di uomini già sposati con donne con i quali divertirsi per una notte sola o dar vita a una relazione più stabile.

Le ragioni per le quali un maschio gay o bisex vada in cerca di un uomo già sposato sono molteplici. 
Si possono ricordare quelle che, di solito, vengono esplicitate proprio nei profili degli amanti degli uomini sposati:
  • la supposta virilità di un uomo sposato;
  • la garanzia di riservatezza: spesso, infatti, chi cerca un uomo già sposato con una donna non vuole in alcun modo che si sappia che è attratto da altri uomini;
  • la possibilità, se si è sposati a propria volta, di uscire in quattro senza che le rispettive consorti sospettino nulla;
  • la volontà di dar vita a una relazione, tutto sommato, poco impegnativa.

Se quello che doveva essere lo sfogo di un momento si trasforma, però, in una relazione continuativa, possono verificarsi alcune situazioni che è meglio tenere presenti. Alcune positive, altre no (specie se, nel frattempo, in te che eri in cerca di divertimento senza complicazioni è nato, invece, un sentimento).

Di seguito, una lista semiseria di pro e contro di ciò che comporta l'essere legati a un uomo sposato con una donna:
  • Mutande: la moglie gliele lava, tu gliele sfili.
  • Vacanze: quando la moglie è in vacanza con i figli, tu ti rotoli con lui nel lettone. Quando lui raggiunge la moglie, a te non resta che raggiungere tua moglie o, se non sei sposato, i tuoi amici.
  • Gelosia: secondo lui tu non puoi essere geloso di sua moglie, ma lui è geloso di te e non vuole che tu vada a letto con un altro uomo. Si sa: la fedeltà prima di tutto!
  • Figli: quando va bene, tu per loro sei un collega/amico di papà, altrimenti ignorano completamente la tua esistenza. Se, invece, lui si è chiarito con la moglie, allora tu, per i figli, diventi lo “zio”.
  • Casa: per lui sarà quella che condivide con la moglie. 
  • Bugie: saranno tante quelle che dovrete inventarvi per non destare sospetti sulla reale natura della vostra “amicizia”.
  • Moglie: lei ha capito tutto vedendo quella strana luce negli occhi che lui ha da quando vi frequentate. Se non mette le carte in tavola è perché, in fondo, la cosa sta bene anche a lei.
  • Tu che, nel frattempo, ti sei innamorato: sapevi che lui era sposato... 

Commenti

Post più letti

La vignetta omofoba di Vauro

Vauro ha chiuso la puntata di giovedì scorso di “Servizio pubblico” mostrando una vignetta sulla polemica relativa all’outing postumo di Lucio Dalla. Premesso che di outing si tratta, in quanto Dalla, da vivo, non ha mai dichiarato la propria omosessualità e premesso che l’outing plateale arriva da colui che tutti indicano come il suo ultimo compagno, ovvero quel Marco Alemanno che in chiesa, durante i funerali, ne ha pianto disperatamente la morte, continuare a insistere che la privacy di Dalla vada rispettata anche dopo la sua morte è e resta omofobia. L’outing c’è stato e mi pare davvero fuori luogo, ora, tentare di sorvolare dichiarando che il fatto che fosse un omosessuale è ininfluente, un dettaglio insignificante. Non è indifferente. Dalla era omosessuale e, molto probabilmente, vittima della sua omofobia interiorizzata che gli ha impedito, per tutta la vita, di dichiarare al mondo la sua omosessualità. Di dire: “Io amo e amo un uomo”. Ora, fare come Vauro e pubblicare una vignett…

R.I.P. ALESSANDRO RIZZO

Mi tocca dare la tristissima notizia della morte di Alessandro Rizzo, amico e collaboratore di questo blog e de Il Simposio di cui è stato uno dei fondatori ed entusiasti animatori. Alessandro è scomparso improvvisamente domenica scorsa, ma io l'ho saputo solo poco fa. Proprio domenica mi aveva inviato dei suoi articoli per la pubblicazione. Aggiungo solo che Alessandro mancherà a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di poter fare progetti con lui. Era una persona davvero disponibile e un attivista per i diritti GLBT sempre attento e partecipe. Alessandro era nato il 7 novembre 1977. R.I.P. Alessandro.

Le parole del porno

Quasi sempre i filmini porno online hanno titoli e definizioni in inglese. Ecco un elenco di alcune parole assai comuni nei siti pornogay con traduzione e, quando serve, spiegazione della pratica. Dall’elenco sono state escluse pratiche troppo “specifiche” e, ovviamente, le parole del lessico quotidiano che non si riferiscono a una pratica sessuale. L’elenco può essere arricchito e corretto dai vostri suggerimenti. Attenzione: se prosegui la lettura, sappi che ti troverai a leggere parole assai esplicite.