Passa ai contenuti principali

Se te lo chiedesse il tuo calciatore preferito?

Ehi tifoso di calcio,
di solito vieni dipinto da certa stampa come un individuo pronto a tutto pur di vedere la tua squadra vincere.
Sei, per alcuni giornali sportivi, un giovane maschio rude, rozzo e rigorosamente eterosessuale, con tendenza allo stupro collettivo e alla rissa violenta.

Sei talmente grezzo che, pare, molti calciatori professionisti eviterebbero di dichiarare la loro omosessualità per paura delle tue reazioni da troglodita.
Eppure, di calciatori professionisti che potrebbero fare coming out ce ne sono parecchi!

Ma, ripeto, per paura, se ne stanno in silenzio e, alcuni, preferiscono fidanzarsi e/o sposarsi con una compiacente stellina dello spettacolo, piuttosto che affrontare i cori da stadio con gli insulti omofobi che tu e i tuoi amici sareste pronti a intonare contro di lui nel caso dichiarasse il suo reale orientamento sessuale.
Amici, i tuoi, con i quali, sia detto per inciso, scherzi a colpi di palpatine ai genitali...

Ti chiedo, quindi, provocatoriamente, cosa risponderesti al tuo calciatore preferito se ti chiedesse di poterti sodomizzare, giustificando la richiesta con l’affermazione che si tratta di un rito propiziatorio che ripete ogni settimana prima di scendere in campo ogni volta con un tifoso differente?

Te lo faresti mettere dal campione di cui hai comprato a caro prezzo la maglia, pur di far vincere la tua squadra?
Ovviamente, nessuno verrebbe mai a saperlo, perché sia tu, sia il calciatore, ve ne stareste zitti zitti!

Chissà perché, ma io ti vedo già piegato a 90...
Sarà che tutta questa tua omofobia così platealmente esibita a me non convince per nulla...

Commenti

Post più letti

La vignetta omofoba di Vauro

Vauro ha chiuso la puntata di giovedì scorso di “Servizio pubblico” mostrando una vignetta sulla polemica relativa all’outing postumo di Lucio Dalla. Premesso che di outing si tratta, in quanto Dalla, da vivo, non ha mai dichiarato la propria omosessualità e premesso che l’outing plateale arriva da colui che tutti indicano come il suo ultimo compagno, ovvero quel Marco Alemanno che in chiesa, durante i funerali, ne ha pianto disperatamente la morte, continuare a insistere che la privacy di Dalla vada rispettata anche dopo la sua morte è e resta omofobia. L’outing c’è stato e mi pare davvero fuori luogo, ora, tentare di sorvolare dichiarando che il fatto che fosse un omosessuale è ininfluente, un dettaglio insignificante. Non è indifferente. Dalla era omosessuale e, molto probabilmente, vittima della sua omofobia interiorizzata che gli ha impedito, per tutta la vita, di dichiarare al mondo la sua omosessualità. Di dire: “Io amo e amo un uomo”. Ora, fare come Vauro e pubblicare una vignett…

R.I.P. ALESSANDRO RIZZO

Mi tocca dare la tristissima notizia della morte di Alessandro Rizzo, amico e collaboratore di questo blog e de Il Simposio di cui è stato uno dei fondatori ed entusiasti animatori. Alessandro è scomparso improvvisamente domenica scorsa, ma io l'ho saputo solo poco fa. Proprio domenica mi aveva inviato dei suoi articoli per la pubblicazione. Aggiungo solo che Alessandro mancherà a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di poter fare progetti con lui. Era una persona davvero disponibile e un attivista per i diritti GLBT sempre attento e partecipe. Alessandro era nato il 7 novembre 1977. R.I.P. Alessandro.

Le parole del porno

Quasi sempre i filmini porno online hanno titoli e definizioni in inglese. Ecco un elenco di alcune parole assai comuni nei siti pornogay con traduzione e, quando serve, spiegazione della pratica. Dall’elenco sono state escluse pratiche troppo “specifiche” e, ovviamente, le parole del lessico quotidiano che non si riferiscono a una pratica sessuale. L’elenco può essere arricchito e corretto dai vostri suggerimenti. Attenzione: se prosegui la lettura, sappi che ti troverai a leggere parole assai esplicite.