Wilde era un gigante


Negli ultimi decenni sono emersi dagli archivi privati molti documenti utili a completare la biografia di Oscar Wilde.
Pubblicati in diverse riviste specialistiche, sono spesso rimasti sconosciuti al lettore comune.
Matthew Sturgis, attento storico inglese, con il suo Oscar. Vita di Oscar Wilde edito in Italia da UTET, ha dato la possibilità al lettore appassionato del grande scrittore britannico di venire a conoscenza di tale materiale e di avere, quindi, una visione più precisa di chi fosse Wilde in realtà.

Lontanissimo dall’essere un libro agiografico, la corposa e dettagliata biografia di Wilde firmata da Sturgis restituisce al lettore il ritratto di un uomo complesso e, certamente, contraddittorio che, però, fu senza alcun dubbio, un gigante sia nel mondo delle lettere, sia nella società vittoriana in cui visse.

Un libro, quello di Sturgis che affronta Wilde con un linguaggio semplice e colloquiale e che ne ricostruisce la vita e la gestazione delle opere tenendo ben presente il copioso ed eterogeneo (dai carteggi agli articoli di giornale, passando dai diari e dagli scritti biografici dei contemporanei) materiale documentale.

Ne esce - come detto - il ritratto di un uomo contraddittorio capace, ad esempio, di grandi slanci di generosità, ma anche di chiusure egoistiche, ma che seppe dare una svolta imprevista e imprevedibile sia alla letteratura e al teatro e sia al pensiero e allo stile di vita dei contemporanei.

Wilde fu capace non solo di influenzare il costume e la moda, ma anche di aprire nuove possibilità creative a un’intera generazione di giovani artisti (non solo poeti, drammaturghi e romanzieri, ma anche pittori, attori e metteur en scène che da lui furono influenzati).

Un uomo, Wilde, che con la sua biografia e le sue pubbliche dichiarazioni ha contribuito, come pochi altri della sua epoca, a combattere l’asfittica società vittoriana e a fare emergere una diversa concezione dell’amore che potesse anche prevedere quello che nasce tra due uomini.

E, sia detto per inciso, Wilde sconvolse i contemporanei non solo per la sua manifesta omosessualità ed effeminatezza, ma anche per non aver mantenuto un distanziamento sociale con i giovani che frequentava (in altre parole, Wilde fece scandalo perché amava giovani delle classi proletarie, oltre a quelli appartenenti alla buona società).

Un libro, quello di Sturgis di cui di consiglia la lettura.

Oscar di Sturgis è disponibile su Amazon.

Altro su Oscar Wilde.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le parole del porno

Perché i pornoattori lo hanno grosso?

Seghe in compagnia