L'amore tra Achille e Patroclo


La canzone di Achille di Madeline Miller è un romanzo di strepitosa bellezza.

In esso l’amore che unì Achille e Patroclo viene narrato attraverso le parole di Patroclo che ricostruisce la propria relazione con Achille dal primo all’ultimo giorno.

Un amore che li legò in modo indissolubile, facendoli entrare entrambi nel Mito.


Un Mito che, troppo spesso, parla di loro solo come di una coppia di “amici”.

La Miller, però, non finge neppure per un istante che quella tra Achille e Patroclo fosse solo un’amicizia e descrive la loro relazione come una straordinaria storia d’amore.


Un amore che andò al di là degli stereotipi e delle convenzioni.

Nell’Antica Grecia, infatti, non era certo inusuale che un uomo adulto avesse un ragazzo accanto, oltre alla propria moglie.

Tra Achille e Patroclo, però, non c’era differenza d’età; anzi, erano coetanei.

Ciò, però, non fermò i loro sentimenti e i due decisero di vivere appieno il loro amore.


La Miller sa non solo descrivere assai bene l’amore assoluto tra i due, ma sa anche narrare le abitudini dei Greci e le loro credenze, passando tra un mito e l’altro, e tenendo ben presenti sia l’Iliade, sia l’Odissea


Oltre ad Achille e Patroclo, spiccano nel romanzo le figure di Odisseo e quella di Teti, la dea madre di Achille, che non finge in alcun modo di essere contrariata dall’unione del figlio con un ragazzo che, a suo dire, non gli è degno.


Teti gelida e distante.

Teti che - davanti alla tomba del figlio - compie un gesto che renderà eterna l’unione tra Achille e Patroclo.


Un romanzo di cui si consiglia vivamente la lettura.


La canzone di Achille è disponibile su Amazon

Commenti

Post più visti del mese

Le parole del porno

Contro Timarco il prostituto

Perché i pornoattori lo hanno grosso?