Passa ai contenuti principali

Il sesso è nel tacco | Kinky boots

Kinky Boots - Decisamente diversi è un film strepitoso di Julian Jarrold con Joel Edgerton (nel ruolo di Charlie) e Chiwetel Ejiofor (nei panni di Lola).
Realizzato nel 2005, la pellicola ha avuto una distribuzione travagliata e limitata (tanto che negli USA è arrivata solo nel 2013); ma, nonostante ciò, è riuscita a conquistare molti di coloro che l’hanno vista, tanto che il film è anche stato “tradotto” in un musical di Broadway con musiche di Cyndi Lauper.
La pellicola racconta la storia vera di un giovane imprenditore (Charlie) che eredita dal padre la fabbrica di scarpe di famiglia ormai sull’orlo del fallimento. 
Dopo aver dovuto licenziare una quindicina di operai, Charlie tenta il tutto per tutto e decide, su suggerimento indiretto di una delle operaie licenziate, di diversificare la produzione: accanto alle classiche scarpe da uomo, Charlie sceglie di avviare la produzione di stivali (boots) per drag queen e transessuali.
A disegnare le nuove calzature Charlie chiama Lola, ragazza trans di colore che si esibisce come drag queen in un locale di Londra e che disegna una collezione eccentrica (kinky, appunto) e sexy all’urlo di “Il sesso è nel tacco”.
La collaborazione tra Charlie, Lola e gli operai della fabbrica non è scevra da incomprensioni ed episodi di transfobia ai danni di Lola (anche da parte di Charlie), ma, alla fine, l’obiettivo di creare una collezione da presentare a Milano è raggiunto e tra Charlie e Lola nasce una vera amicizia…

Si è detto che il film è strepitoso e il merito va riconosciuto al regista, agli sceneggiatori e agli interpreti.
La regia serrata di Julian Jarrold ha saputo mescolare sapientemente i momenti spensierati con quelli drammatici senza mai cadere nella volgarità o nel pietismo.
La sceneggiatura di Geoff Deane e Tim Firth ha non solo raccontato di come si può trasformare un fallimento certo in un successo imprenditoriale, ma ha anche approfondito la psicologia dei due protagonisti: due ragazzi vittime di padri troppo presenti e soffocanti che, unendo le proprie risorse, riescono a sciogliere i vincoli di natura psicologica che ancora li legano alle volontà dei padri e a diventare, finalmente, quello che sono, ovvero Charlie un imprenditore di successo, ma attento alle esigenze dei suoi operai e Lola una donna trans generosa e creativa.
Ma, soprattutto, il merito va ai due attori protagonisti che sono davvero di eccezionale bravura. Joel Edgerton è stato un Charlie introverso e timido che riesce a tirare fuori una grinta insospettabile e Chiwetel Ejiofor una Lola provocante, sensuale, fragile e determinata tutto insieme.
Un film da vedere.

Commenti

Post più letti

La vignetta omofoba di Vauro

Vauro ha chiuso la puntata di giovedì scorso di “Servizio pubblico” mostrando una vignetta sulla polemica relativa all’outing postumo di Lucio Dalla. Premesso che di outing si tratta, in quanto Dalla, da vivo, non ha mai dichiarato la propria omosessualità e premesso che l’outing plateale arriva da colui che tutti indicano come il suo ultimo compagno, ovvero quel Marco Alemanno che in chiesa, durante i funerali, ne ha pianto disperatamente la morte, continuare a insistere che la privacy di Dalla vada rispettata anche dopo la sua morte è e resta omofobia. L’outing c’è stato e mi pare davvero fuori luogo, ora, tentare di sorvolare dichiarando che il fatto che fosse un omosessuale è ininfluente, un dettaglio insignificante. Non è indifferente. Dalla era omosessuale e, molto probabilmente, vittima della sua omofobia interiorizzata che gli ha impedito, per tutta la vita, di dichiarare al mondo la sua omosessualità. Di dire: “Io amo e amo un uomo”. Ora, fare come Vauro e pubblicare una vignett…

Le parole del porno

Quasi sempre i filmini porno online hanno titoli e definizioni in inglese. Ecco un elenco di alcune parole assai comuni nei siti pornogay con traduzione e, quando serve, spiegazione della pratica. Dall’elenco sono state escluse pratiche troppo “specifiche” e, ovviamente, le parole del lessico quotidiano che non si riferiscono a una pratica sessuale. L’elenco può essere arricchito e corretto dai vostri suggerimenti. Attenzione: se prosegui la lettura, sappi che ti troverai a leggere parole assai esplicite.

R.I.P. ALESSANDRO RIZZO

Mi tocca dare la tristissima notizia della morte di Alessandro Rizzo, amico e collaboratore di questo blog e de Il Simposio di cui è stato uno dei fondatori ed entusiasti animatori. Alessandro è scomparso improvvisamente domenica scorsa, ma io l'ho saputo solo poco fa. Proprio domenica mi aveva inviato dei suoi articoli per la pubblicazione. Aggiungo solo che Alessandro mancherà a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di poter fare progetti con lui. Era una persona davvero disponibile e un attivista per i diritti GLBT sempre attento e partecipe. Alessandro era nato il 7 novembre 1977. R.I.P. Alessandro.