La Taormina edenica del von Gloeden di Peyrefitte



Il barone di Gloeden di Roger Peyrefitte è un piccolo gioiello letterario.

Il romanzo breve - incluso, con La maestra di piano, in Eccentrici amori - finge di essere l’autobiografia del settantenne fotografo Wilhelm von Gloeden (1856 - 1931) che prende a raccontare la propria vita per celebrare il suo cinquantesimo anno di permanenza a Taormina (nella realtà biografica il barone vi giunse nel 1878, poco più che ventenne, e vi rimase fino alla morte).


Ed è Taormina la protagonista indiscussa del romanzo: le sue bellezze naturali, architettoniche e… umane.


Nel romanzo, Von Gloeden - e, assai verosimilmente, per suo tramite, lo stesso Peyrefitte che a Taormina ha vissuto e vi ha scritto molti dei suoi romanzi - fa un elogio spassionato sia, come detto, dei luoghi, sia della popolazione, specie di quella maschile, da lui fotografata per anni.


I suoi nudi maschili, ricorda la voce narrante, divennero famosi in tutta Europa e contribuirono a rendere Taormina una meta ambita specie tra «gli illustri prescritti della morale europea», ossia gli omosessuali.

Taormina, infatti, fu visitata o vissuta da molti uomini costretti ad allontanarsi dalle proprie case, per sfuggire a qualche scandalo e alla giustizia. 

E il von Gloeden di Peyrefitte ne ricorda i nomi e, per sommi capi, le vicende.


Ecco, allora, che Taormina, messa a confronto con le bigotte e castranti città del Nord Europa, assurge, nel romanzo, a luogo edenico: un paradiso terrestre dove poter vivere serenamente le proprie pulsioni: l’amore per i giovani maschi siculi e per la loro naturale bellezza.

Una «giovinezza trionfante» mai scevra da una naturale sensualità, esaltata dalle fotografie di von Gloeden che ritraeva i suoi modelli immersi nella natura o tra “rovine” che richiamavano l’antica Grecia.


Non mancano, poi, nella finta autobiografia, i commossi ritratti dei collaboratori, primo fra tutti quello de “il Moro” (al secolo Pancrazio Buciunì, erede di von Gloeden di cui fu assistente e modello dall’età di 14 anni).


Un romanzo da (ri)leggere con gusto.


Eccentrici amori è disponibile su Amazon

Commenti

Post più visti del mese

Le parole del porno

Perché i pornoattori lo hanno grosso?

Chi è il bicurioso. Ovvero della sperimentazione